Filoweb.it magazine: Perchè la Microsoft rimonterà nel mercato dei dispositivi mobili

 
Home Menu Gallery Roberto Contatti
 

Perchè la Microsoft rimonterà nel mercato dei dispositivi mobili

20/9/2016

L'uscita di Windows10 non rappresenta solamente una nuova ed evoluta versione del precedente sistema ma anche una nuova strategia della casa di Redmond per rilanciarsi nel mercato dei dispositivi mobili dopo poco edificante esperienza degli anni passati.

Il fatto che il sistema operativo possa offrire la stessa esperienza di utilizzo sia sul computer, che sul tablet, che sul telefono sicuramente aiuta parecchio, ed anche il fatto che adesso le app possono essere le stesse aiuta parecchio l'utente a non sentirsi spaesato passando da un dispositivo ad un altro: Outlook, Calendario, Contatti, Office in versione touch, Foto. Ogni applicazione avrà la stessa interfaccia su PC, su laptop con schermo touch oppure su smartphone; Centro Notifiche è sincronizzato con quello PC ed anche il pacchetto office sarà lo stesso.
Una soluzione simile l'aveva, in vero, già intrapresa google, ma qua la cosa è diversa e più articolata.
Un'altra cosa che potrà aiutare la Microsoft a recuperare il terreno perduto è il fatto che il sistema operativo Windows10 non ha bisogno di grandi risorse (consiglio di leggere il mio precedente articolo su windows10) e questo permette di immettere sul mercato device e computer a prezzi più bassi.
Basta fare un giro su Amazon o nei grandi centri di distribuzione e ci si accorge che vi sono offerte per tablet che partono da 50,00 € con caratteristiche interessanti (Processore Atom Z3735G Quad-Core 1.83GHz Display multitouch da 7 pollici 1024x600pixel Memoria interna 16GB Wi-Fi 802.11b/g/n - Doppia fotocamera Sistema operativo Windows 10 Home) o portatili a partire da 190,00€.

Concludendo sembra che la Microsoft stia tentando di entrare in un mercato che è al momento è appannaggio di Google e Apple in maniera molto incisiva, se avrà successo solo il mercato stesso ce lo dirà ma non è esclusa che combinazione prezzo interessante ed usabilità potrò premiare la Microsoft come ha fatto Android con Google, forse a scapito proprio della casa di Mountain View, piuttosto che della casa di Cupertino che comunque è rappresenta un settore di mercato a parte.

Perchè la Microsoft rimonterà nel mercato dei dispositivi mobili

Contenuti


↑ Top ↑

G+ FB TW whatsapp RSS FEED

LISTA ARTICOLI

Adesso niente panico
da HTTP a HTTPS
Più Pokemon Go e meno Office?
Hanno vinto ancora...
Per chi dice: «Ormai non mi serve più il pc, faccio tutto con lo smartphone»
I Chatbot non sono Skynet
Polarizzazione del web
We are thinking for you. So you don't have to.
Realtà virtuale e realtà aumentata.
L'importanza di un Ping
Casus Belli
Perchè la Microsoft rimonterà nel mercato dei dispositivi mobili
30 anni fa una piccola rivoluzione
Bentornato windows
Naked iOS
Il pericolo di IE
E' stato superato il test di Turing?
State of the Internet 2014 analisi del Photo Sharing
Demenze giovanili (e non) al tempo di internet
La fuga da Whatsapp
La “culona” Internet e L’NSA
Shodan è motore di ricerca più pericoloso?
Sexting: Difendiamo i minori
Il pericolo delle case Smart
8 APRILE 2014. LA FINE DI XP
ECDL SI EVOLVE, MA SERVE?
Copia personale
Chi copia chi?
Per la libertà informatica dovremmo tornare alle BBS?
(Dis)Informazione al tempo di Internet
Regressione digitale.
Wikipedia e la falsa cultura

ENTRA

 
Email
Password
 

ISCRIVITI

Il principio di questo web magazine è che ognuno può pubblicare quello che vuole. Si possono usare anche pseudonimi ma l' e-mail deve essere reale. Verrai ricontattato per verificare l'identità e la reale e-mail.
Non ci sono limitazioni ne al numero di articoli che un collaboratore può pubblicare ne censure, se non quelle dei termini di servizio e/o la violazione della privacy o dei copywrite.
Si prega inoltre ogni collaboratore di astenersi dall'usare un linguaggio scurrile o volgare quando più possibile.
Ogni utente è responsabile di ciò che pubblica ed ogni accesso viene monitorato con la registrazione della data e dell'ora di accesso e dell'IP.
Questi dati vengono conservati solo al fine di controllare e tutelare l'utente stesso e non vengono diffusi se non su richiesta delle autorità preposte.

ISCRIZIONE COME COLLABORATORE
Nome
Cognome
E-mail
Password

Accetto i Termini del servizio  e la Politica della Privacy.
N.B.: Una volta iscritti il sito memorizzerà il vostro IP e la data di di ogni accesso.

filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.