Filoweb: AgustaWestland AW129 (Agusta A129)

 
Home Menu Gallery Roberto Contatti
 

AgustaWestland AW129 (Agusta A129)

Elicottero d'attacco leggero

Origine: Italia
Motori: 2 Rolls-Royce Gem 2 (costruiti su licenza da Piaggio come RR 1004), oppure versione internazionale 2 LHTEC CTS800
Prestazioni: velocità massima da 259 km/h a 294 km/h a seconda della versione , Autonomia: 3 h - 1000 km, tangenza da 6096m a 4725m a seconda della versione
Armamento: Una mitragliatrice da 20 mm tipo gatling a tre canne 500 colpi, piloni esterni per: 8 AGM- 114 Hellfire o BGM-71 TOW anticarro, oppure 4-8 AIM-92 Stinger o Mistral antiaereo
Ruolo: Appoggio, Attacco, Contro Guerriglia

Descrizione: L'AgustaWestland AW129 (in precedenza Agusta A129) È stato il primo elicottero da attacco ad essere progettato e costruito in Europa Occidentale. Sviluppato partendo dall concetto del Bell AH-1 Cobra, che utilizzava la configurazione biposto in tandem, l' A129 si differenziava da quest'ultimo per una configurazione con due motori e rotore quadripala.In seguito ad una esigenza della NATO, che assegnava all'epoca all'Esercito Italiano durante la guerra fredda un ruolo di contenimento delle forze corazzate del Patto di Varsavia, venne sviluppato inizialmente come elicottero anticarro ed armato con missili filoguidati BGM-71 TOW, razzi da 81 mm e con le potenzialità di integrare il missile Hellfire. Sin dalla prima versione, l'A129 era equipaggiato con sistemi autonomi di navigazione e di visione notturna, in grado di fornire la piena capacità di combattimento notturno ed ognitempo.
In Europa nessun'altra nazione aveva sviluppato un elicottero d'attacco, benché quasi tutte le principali forze armate avessero una numerosa linea di macchine "tuttofare" armate con missili anticarro. Nella versione originale Mangusta, è entrato in servizio con l'Esercito Italiano nei primi anni novanta ed ha avuto il suo battesimo del fuoco in Somalia durante l'operazione Restore Hope (1992-1994), compreso il lancio di un missile contro un mezzo italiano sottratto dai somali nello scontro del checkpoint PASTA il 2 luglio 1993. Sempre nella versione anticarro, ma armato anche di mitragliatrici da 12,7 mm installate in appositi pod subalari, ha partecipato alle operazioni in Angola, Albania nel 1997, nella Repubblica di Macedonia ed in Kosovo (1998-2000).

AgustaWestland AW129 (Agusta A129)
AgustaWestland AW129 (Agusta A129)
AgustaWestland AW129 (Agusta A129)
AgustaWestland AW129 (Agusta A129)
AgustaWestland AW129 (Agusta A129)

Contenuti


↑ Top ↑

G+ FB TW whatsapp RSS FEED
Cerca
Parola:

filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.