Filoweb.it
By Filippo Brunelli


FB TW whatsapp RSS FEED News letter

  ► Ricette

SECONDO PIATTO
Arrosto-maiale-al-pompelmo-rosa-e-prosciutto Arrosto maiale al pompelmo rosa e prosciutto
Il sapore ed il profumo del pompelmo rosa si mescola benissimo con il grasso della carne di maiale.

Avvolgere l’arista di maiale con le fette di prosciutto e legarle bene con dello spago.
Spremere il pompelmo e tagliare alcune fettine della buccia a listarelle eliminando la parte bianca.
Tagliare i cipollotti a fettine e metterli in una padella dal bordo alto con il burro e far soffriggere leggermente.
Mettere l’arista avvolta nel prosciutto nella padella e far rosolare su tutti i lati, quindi fumarla con il vino ed il brandy.

Dopo qualche istante togliere dal fuoco e mettere in una pirofila da forno e coprirla con il succo di pompelmo e i rametti di rosmarino. Coprire la pirofila con l’alluminio e mettere in forno a 180° per una 15 di minuti.

Passato il tempo togliere l’alluminio e rimettere in forno per circa 15 minuti stando attenti che non si asciughi troppo il sughetto. Nel caso accada bagnare con del brodo.

PRIMO PIATTO
Sacchettini-ripieni-su-crema-di-zafferano-e-funghi Sacchettini ripieni su crema di zafferano e funghi
Sacchettini ripieni su crema di zafferano e funghi non sono altro che delle crespelle salate più piccole del normale, chiuse a formare dei sacchettini e ripiene di uno squisito ragù bianco. Il tutto viene accostato ad una deliziosa crema di zafferano e funghi trifolati.
Dosi per 2 persone

Preparare il ripieno:
Tritare il manzo il più finemente possibile con il tritatutto o uno strumento analogo. In una pentola mettere il cipollotto tagliato a pezzettini piccoli con un filo d’olio e far soffriggere, aggiungere la carne tritata, far abbrustolire leggermente quindi bagnare con il vino e lasciare evaporare. Aggiungere la passata di pomodoro, le bacche di ginepro ed aggiustare di sale e pepe. Abbassare la fiamma e lasciar cuocere per circa 2 ore a fuoco lento, se il sugo dovesse asciugarsi troppo aggiungere un poco di brodo lentamente.

Sacchettini ripieni su crema di zafferano e funghiSacchettini ripieni su crema di zafferano e funghi

Preparare le Creppes:
Sbattere le uova e mescolarle insieme con una frusta a mano, aggiungere lentamente farina e latte e  continuare a mescolare con la frusta fino a creare un impasto liscio e senza grumi. 
Scaldare una padella antiaderente con un pezzettino di burro distribuendolo bene il burro su tutto il piatto della padella, quando è sciolto bene versare piano piano un po’ di impasto (1/2 mestolo circa) e cuocere da entrambi i lati in modo da ottenere dei dischi di circa 12-15 centimetri di diametro.
Mettere le mini crespelle così ottenute da parte in un piatto in attesa che il sugo sia pronto.
Quando il sugo sarà pronto farlo raffreddare.
Una volta che il ripieno si sarà raffreddato stendere le mini crespelle e deporre al centro di ognuna un po’ di ripieno e chiuderle con del filo da cucina. Fare attenzione a non riempirle troppo altrimenti si potrebbero rompere.

Sacchettini ripieni su crema di zafferano e funghiSacchettini ripieni su crema di zafferano e funghi

Preparare la crema di zafferano:
Sbucciare la patata e tagliarla a dadini. Sminuzzare il mezzo cipollotto e metterlo in una pentola con dell’olio d’oliva e la patata. Far soffriggere quindi aggiungere il latte ed i funghi trifolati (si possono utilizzare sia quelli compri che preparali da sé) e lo zafferano. Cuocere a fuoco lento per circa 10 – 15 minuti, fino a quando i dadini delle patate non si saranno ammorbiditi. Se il composto dovesse asciugarsi troppo aggiungere un poco di brodo. Correggere di sale e pepe a piacimento. Quando le patate si saranno ammorbidite tritare il tutto con il minipimer e lasciare a cuocere.

Sacchettini ripieni su crema di zafferano e funghiSacchettini ripieni su crema di zafferano e funghi

Assemblare il piatto.
Scaldare i sacchettini nel microonde o nel forno elettrico ( è consigliabile utilizzare il microonde che cuoce tutto in maniera uniforme) quindi disporli nel piatto insieme ad un poco di crema di zafferano e funghi calda.
Una variante sarebbe quella di disporre i saccottini direttamente  sopra la crema di zafferano.
ANTIPASTO
Capesante-su-letto-di-zucchine-e-menta- Capesante su letto di zucchine e menta.
Dose per 4 persone.
Infarinare leggermente le capesante, quindi metterle a rosolare nel burro per circa 5 minuti.
Tagliare le zucchine a pezzettini, tritare lo picchio d’aglio e la menta. Soffriggere l’aglio e la menta con un poco d’olio, aggiungere le zucchine e cuocere, sale e pepe.
Quando sono cotte scolare le zucchine e schiacciarle con la forchetta, quindi metterle dentro le conchiglie delle capesante, depositare sopra il mollusco.
Scaldare in un pentolino una noce di burro e sfumare con il vino e brandy per un paio di minuti. Versare il tutto sopra le conchiglie e infornarle per circa 10 minuti a forno preriscaldato a 200°.
PRIMO PIATTO
Spaghetti-burrata-pomodorini-basilico Spaghetti burrata pomodorini basilico
Ricetta per 2 persone

Arriva l’estate e quest’anno (2021) gli Europei di Calcio, quale miglior occasione per una pasta dai colori della bandiera nazionale?
Il verde del basilico, il bianco della burrata ed il rosso dei pomodorini si mescolano in un piatto semplice, veloce e saporito.
Per Preparare la crema mettere la burrata nel mixer con sale, pepe, e olio quindi mixare il tutto.

In una padella far soffriggere i pomodorini con l’aglio, quindi riporli da parte lasciando la padella al scaldare con un po’ di acqua di cottura.

Cuocere gli spaghetti.
Quando la pasta sarà cotta trasferirla nella padella calda e mantecarla con metà della crema di burrata, quindi aggiungere i pomodorini (lasciarne alcuni per guarnire la pasta dopo)
Spostare gli spaghetti nei piatti e ricoprire con la crema rimasta le porzioni, infine aggiungere le foglie di basilico e i pomodorini da decorazione.



Mangiare il piatto mentre è caldo.

PRIMO PIATTO
Noodles-con-verdure-e-capesante Noodles con verdure e capesante
Preparare i noodles per tempo.
In un contenitore mettere la farina, il sale,  l’acqua e  mescolare bene il tutto  e lavorare la pasta per almeno 10 minuti fino ad ottenere una pagnotta omogenea. Avvolgerla nella pellicola e lasciar riposare per 30 minuti.
Trascorso questo tempo togliere la pasta dalla pellicola, lavorarla per altri 10 minuti e creare un disco dell’altezza di circa 5 mm, spennellarlo bene con olio di oliva su tutti i lati e riporlo nuovamente a riposare per almeno 2 ore avvolto ancora nella pellicola.
Quando la pasta avrà finito di riposare dovrà risultare elastica e compatta; per ottenere i noodels, dopo aver tolto la pasta dalla carta che l’avvolge, si dovranno tagliare delle striscioline che andranno lavorate con le mani facendo scorrere la striscia di pasta tra il palmo delle mani ed il piano d’appoggio in modo da ottenere dei noodles dello spessore di 3 o 4 mm.
Scaldiamo una pentola d’acqua con il sale e un filo d’olio.
A questo punto possiamo preparare il condimento dei nostri noodles: tritiamo la cipolla finisima e tagliamo sia la zucchina che la carota a la julienne. Le cappesante, invece, andranno tagliate a rondelle.
Saliamo e pepiamo le cappesante, quindi in un Wok mettiamo un filo d’olio e facciamolo scaldare, aggiungiamo poi le cappesante, rigiriamole e sfumiamole con il brandy ed il vino. Dopo qualche minuto rimuoverle dalla padella conservando un po' del liquido di cottura e gettando il rimanente.
Nella stessa padella mettere a soffriggere la cipolla con un filo d‘olio, quindi aggiungere le carote. Cuocere per qualche minuto ed aggiungere le zucchine. Saltare le verdure per un paio di minuti, in modo che rimangano croccanti il più possibile, per finire aggiungere le cappesante. Infine sfumare con 1 cucchiaio di salsa di soia.
Quando l’acqua bolle immergere i noodels e cuocerli per almeno 4-5 minuti (in base allo spessore dei nooodles, potrebbero volerci anche 8-10 minuti!).
Quando sono pronti scolarli e metterli nel wok con le verdure e le cappesante.
Servire
ANTIPASTO
Barchette-di-cipolla-rossa-in-salsa-d-arancia- Barchette di cipolla rossa in salsa d’arancia.

Per prima cosa, Dopo averle pulite cuocere le code di gambero in abbondante acqua salata, quindi scolarle e farle raffreddare.

Preparare le barchette in anticipo.
Pulire le cipolle e poi tagliarle a metà nel verso della lunghezza, separando i singoli strati, evitando di romperli, e eliminare la pellicina bianca trasparente che li separa in modo da ottenere dei gusci (mantenere solo i più grandi).
In un pentolino mettere l'acqua, l'aceto, lo zucchero, il sale e scaldare il tutto fino a quando non raggiunge un leggero bollore, quindi immergervi i gusci di cipolla, facendoli cuocere per non più di tre minuti, in modo che rimangano croccanti e non diventino morbidi. Trascorso il tempo, scolare le cipolle usando un mestolo bucato e farle asciugare, se possibile, in un luogo arieggiato per qualche ora, in modo che tutta la loro umidità possa evaporare.

Preparare la salsa d'arancia.
Per prima cosa spremere il limone, l'arancia e grattugiare un po' di scorza di quest'ultima. Assicurarsi che le uova siano a temperatura ambiente e metterle nel contenitore del mixer stando attenti a non rompere il tuorlo. Mettere poi l'olio, 1 cucchiaino d'aceto, il succo di limone e d'arancia ed il sale (è molto importante rispettare quest'ordine).
Immergere completamente il minipimer nel contenitore con gli ingredienti fino a toccare il fondo, quindi azionare alla massima velocità e restare immobili finché il composto diventa chiaro ed inizia ad addensarsi; a questo punto cominciare a sollevare e abbassare il minipimer fino a che l'emulsione sarà montata e si sarà addensata. Metterla a riposare in frigorifero per almeno un paio d'ore.

Comporre il piatto
Disporre le "barchette" di cipolla sul piatto e riempirle con l'emulsione all'arancio, quindi disporre 1 coda di gambero dentro ogni cipolla e servire.
Si può arricchire il piatto con una qualche goccia di aceto balsamico.

Foward →
FB TW whatsapp RSS FEED News letter

filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito filoweb.it sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.
Brunelli Filippo declina ogni responsabilità per l'uso che viene fatto delle informazioni presenti nel sito filoweb.it.
X
La tua privacy è importante
Utilizziamo, senza il tuo consenso, SOLO cookies necessari alla elaborazione di analisi statistiche e tecnici per l'utilizzo del sito. Chiudendo il Cookie Banner, mediante il simbolo "X" o negando il consenso, continuerai a navigare in assenza di cookie di profilazione. More info

Tutti
Cookie tecnici
I cookie tecnici sono necessari al fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dal contraente o dall'utente a erogare tale servizio" (art. 122, comma 1 del Codice privacy).
Cookie analitici di terze parti
I cookie analytics sono utilizzati al fine di valutare l'efficacia di un servizio della società dell'informazione fornito da un titolare di un sito, per progettare un sito web o contribuire a misurare il "traffico" di un sito web, ovvero il numero di visitatori ripartiti per area geografica, fascia oraria della connessione o altre caratteristiche.
Cookie di profilazione
Sono cookie che creano profili personalizzati relativi all'utente per finalità di marketing, ad esempio il retargeting o advertising sui social network.