Filoweb.it

Considerazioni

FB TW G+ whatsapp RSS FEED

Bufale Online

Gender Symmetry

Nimby

Nucleare

F-35

FB TW G+ whatsapp RSS FEED

filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.
Brunelli Filippo declina ogni responsabilità per l'uso che viene fatto delle informazioni presenti nel sito.
Grazie all'uso del web per diffondere messaggi è esplosa la produzione di contenuti in quanto comunicare è diventato più facile e veloce. Basti pensare che sono state prodotte più informazioni negli ultimi trent'anni rispetto che agli ultimi 5000. Ma quante tra queste informazioni sono utili allo sviluppo della società? Tra i rischi presentati nel rapporto "Global risks 2013", uno dei primi rischi che viene presentato come tale è la "digital wildfires" (la pubblicazione di false informazioni o fuorvianti).
La violenza non è dunque un'esperienza esclusiva delle donne, e i risultati cui siamo pervenuti ci hanno molto sorpreso. Abbiamo affrontato un terreno molto delicato, perché entrare nella vita nascosta delle coppie non è mai facile e gli esiti che si ottengono lasciano sempre molti dubbi sulla sincerità delle risposte date. La morale sociale spinge i partner ad aderire al cliché della famiglia felice, nella quale nessuno è violento o diviene vittima di soprusi. E invece abbiamo dovuto registrare che, nelle famiglie tedesche, le donne esercitano violenze fisiche e psichiche con frequenza molto maggiore rispetto agli uomini, non solo verso il partner ma anche verso gli altri membri della famiglia
Fu il fisico italiano Enrico Fermi a innescare la prima reazione nucleare a catena controllata della storia: utilizzò uranio naturale all'interno di un blocco di grafite pura che rallentava i neutroni. Fu questo il primo "reattore nucleare" ("pila atomica" di Fermi C.P.1 - Chicago Pile Number One) ed era il 2 dicembre 1942.
"Il caccia Jsf (Joint strike fighter) non ha nulla in comune con i velivoli esistenti. Tutte le informazioni vengono proiettate nella visiera del casco. I comandi sono un piccolo joystick e un grande schermo touchscreen: un display 8" per 20" con un interfaccia di dati pari a un gigabyte per secondo. Può essere schierato in fretta dovunque, con pochissima manutenzione: decolla in 200 metri, atterra come un elicottero. Per queste sue avanzatissime caratteristiche la presidenza Obama ha deciso che il Jsf andrà a sostituire tutti i cacciabombardieri F16, F18 e Harrier di aviazione, marina e marines. L' F-35 nasce dal programma JSF. Il programma JSF (Joint Strike Fighter) venne creato per sostituire molti velivoli mantenendo i costi di sviluppo, produzione e operativi bassi. Questo scopo fu perseguito costruendo tre varianti di un singolo velivolo, in modo da condividerne i componenti.L' F-35 dovrà sostituire tre tipi di aerei presenti nell'arsenale dell'aereonautica italiana: i Tornado IDS, gli AMX Ghibli e gli AV-8 Harrier II.