Filoweb: Aermachi/Aeritalia/EMBRAER AMX INTERNATIONAL

 
Home Menu Gallery Roberto Contatti
 

Aermachi/Aeritalia/EMBRAER AMX INTERNATIONAL

monoposto da combattimento multiruolo

Origine: Italia, Brasile
Motori: 1 turboventola Rolls-Royce RB.168-807 Spey con spinta da49 kN
Prestazioni: Velocità massima 0,86 Mac (1160 km/h in quota).Velocità di salita 52 m/s. Autonomia 3600km. Raggio di azione 720km. Tangenza 13000m.
Armamento: 1 cannone M61 Vulcan da 20 mm (italia) oppure 2 DEFA 554 da 30 mm (Brasile). Missili aria aria: 2 AIM-9 Sidewinder 2 IRIS-T. Bombe, razzi, e altro armamento a caduta per un massimo di ino a 3800 kg
Ruolo: Caccia, Appoggio, Attacco, Ricognizione, Contro Guerriglia, Antinave

Descrizione: Nel 1977 l'Aeronautica militare Italiana considerando con largo anticipo la sostituzione degli F014 e degli Aeritalia G91 elaborò le specifiche per un cacciabombardiere di ridotte dimensioni.
Quasi contemporaneamente la forza aerea brasiliana si trò nella necessità di sostituire gli EMBRAER AT-26.
Nel 1978 le aziende Aermachi e Aeritalia firmarono un acccordo per lo sviluppo congiunto dell'aereo e nel 1980 si associò anche la EMBRAER.
Il primo prototipo di AMX ha volato a Torino-Caselle nel febbrio del 1984.
L'AMX è in grado di decollare da piste semipreparate ed è dotato di gancio di arresto di emergenza. Dopo il battesimo del fuoco in Kosovo durante l'Operazione Allied Force, il Ghibli è stato giudicato un valido cacciabombardiere, con una buona avionica e "cost effective".
La risposta ottenuta dal campo lo ha rivalutato nel ruolo di valido supporto al Tornado IDS, utile soprattutto in quelle missioni diurne non tanto importanti e rischiose da richiedere un intervento dell'altro velivolo, più agguerrito, ma costoso.

Aermachi/Aeritalia/EMBRAER AMX INTERNATIONAL
Aermachi/Aeritalia/EMBRAER AMX INTERNATIONAL
Aermachi/Aeritalia/EMBRAER AMX INTERNATIONAL

Contenuti


↑ Top ↑

G+ FB TW whatsapp RSS FEED
Cerca
Parola:

filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.