Filoweb: Boeing B-52 Stratofortress

 
Home Menu Gallery Roberto Contatti
 

Boeing B-52 Stratofortress

Bombardiere strategico a lungo raggio

Origine: USA
Motori: 8 turboventole Pratt & Whitney TF33-P-3/103 con 76 kN di spinta
Prestazioni: Velocità  massima 958 km/h Autonomia 16000 km Tangenza 15240m
Armamento: Cannoni da 20 mm in coda telecomandate, Bombe fino a 31500 kg di carico bellico (comprese bombe nucleari) Missili fino a 20 AGM-86 ALCM
Ruolo: Attacco, Bombardamento , Specializzato, Antinave

Descrizione: Primo grande bombardiere dotato di motori turbogetto, costruito in 744 esemplari, fu per tutto il periodo della Guerra fredda il bombardiere più importante della USAF. A tutt'oggi privo di un successore, il B-52 rimarrà probabilmente in servizio fino al 2040 divenendo così, di fatto, il velivolo più anziano al mondo ancora operativo.A causa della sua linea, il B-52 viene anche soprannominato dai suoi equipaggi BUFF, acronimo di Big Ugly Fat Fellow (grosso, brutto e grasso compagno).
Il disegno definitivo del B-52 ha portato alla realizzazione di un aereo con ala alta a freccia stretta, con un angolo di soli 35°. Progettate secondo criteri e profili molto avanzati per l'epoca e con una particolare attenzione per il contenimento al massimo dei pesi, le ali contengono al loro interno la grande maggioranza del carico di combustibile dell'aereo. Il carrello del B-52 è anche l'unico al mondo ad avere le quattro gambe del carrello sterzanti. La scelta fu obbligata a causa dello scarso potere di governo del timone e consente atterraggi anche con forte vento laterale. Tuttavia, a causa di questa particolare configurazione dei carrelli anche gli atterraggi ordinari risultano più impegnativi rispetto ad altre soluzioni tecniche: con il carrello a doppio tandem, infatti, sia le ruote anteriori che quelle di posteriori devono effettuare il contatto con il suolo contemporaneamente. Di conseguenza in fase di decollo e di atterraggio l'aereo non può effettuare manovre di beccheggio e tantomeno può impennare. Questa peculiarità si riscontra in maniera particolarmente accentuata nelle fasi di decollo quando l'aereo procede a velocità ridotte. Non potendo impennare in fase di decollo le ali del B-52 risultano avere un angolo d'attacco modesto e di conseguenza un portanza molto limitata. Questo fatto rese necessario dotare le ali del B-52 di un angolo d'attacco maggiore rispetto a quello adottato su molti altri aerei. Nel 1991, dopo 19 anni durante i quali i B-52 non furono mai impiegati in operazioni militari, 80 B-52G parteciparono all'Operazione Desert Storm compiendo bombardamenti a tappeto e di precisione contro le difese e concentrazioni di truppe irachene dislocate in Iraq e in Kuwait, portando a termine anche missioni a bassa quota contro le forze armate irachene, soprattutto sulle colonne di carri armati. Durante Operazione Allied Force in Kosovo nel corso del 1999 furono impiegati 11 B-52 che hanno compiuto complessivamente tra le 184 e le 270 missioni, decollando dalle proprie basi aeree situate in Gran Bretagna e sganciando oltre 11 000 bombe sulle postazioni serbe e su bersagli strategici.

Boeing B-52 Stratofortress
Boeing B-52 Stratofortress
Boeing B-52 Stratofortress

Contenuti


↑ Top ↑

G+ FB TW whatsapp RSS FEED
Cerca
Parola:

filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.