Filoweb: Convair F-106 Delta Dart

 
Home Menu Gallery Roberto Contatti
 

Convair F-106 Delta Dart

Caccia intercettore ognitempo

Origine: USA
Motori: 1 turbogetto Pratt & Whitney J75-17 con 109 kN di spinta
Prestazioni: Velocità massima 2,3 Mach (2455 km/h in quota). Velocità di salita 150 m/s. Autonomia 4300 km. Raggio di azione 2900 km. Tangenza 17000 m
Armamento: 1 cannone M61 Vulcan da 20 mm in un contenitore nella stiva interna. Missili aria aria: AIM-4 Falcon, AIM-26 Falcon. 1 Razzo aria aria nucleare non guidato AIR-2 Genie
Ruolo: Caccia

Descrizione: Il Convair F-106 Delta Dart è stato il principale caccia intercettore ognitempo dagli anni sessanta fino agli anni ottanta della United States Air Force, l'aeronautica militare statunitense. Progettato per essere l'"intercettore definitivo" è stato l'ultimo aereo americano progettato per essere dedicato esclusivamente a questo ruolo. Fu ritirato gradualmente dal servizio nel corso degli anni ottanta, sebbene la versione QF-106 fu utilizzata fino al 1998 come aereo bersaglio telecomandato.
L'F-106 fu dotato del sistema integrato di controllo del fuoco Hughes MA-1 in grado di interfacciarsi automaticamente con la rete di terra SAGE per missioni di intercettazione GCI permettendo all'aereo di essere guidato da terra dai controllori della difesa aerea. Fu armato con quattro missili aria-aria Hughes AIM-4 Falcon imbarcati in vani interni, insieme ad un solo missile GAR-11/AIM-26A Falcon a guida radar semi-attiva (guidato dagli echi radar riflessi dal bersaglio illuminato dal trasmettitore posto sull'intercettore) e dotato di testata nucleare o in alternativa un razzo AIR-2 (MB-2) Genie con una testata nucleare da 1,5 chilotoni. Entrambe queste armi nucleari erano intese per l'attacco a bombardieri in formazione.
Nonostante le ottime caratteristiche, l'F-106 non fu impiegato in combattimento, ma fu soggetto di due rischieramenti, uno in Corea nel 1968 ed uno in Europa. Come molti altri velivoli statunitensi vide solamente il mercato del nord America, forse per via degli alti costi. Proprio mentre se ne prospettava il ritiro, nel 1972 l'F-106 veniva dotato di un cannone Vulcan M-61 da 6 canne rotanti e veniva modificato anche il tettuccio privandolo del "montante" centrale presente sino ad allora. Quell'anno vide il ritiro graduale degli F-106 dalla prima linea nella Difesa Continentale degli USA con il successivo "versamento" nei reparti della Guardia Aerea Nazionale. Il primo reparto dell'ANG ad assumerlo in servizio è stato quello del Montana il 3 aprile 1972. L'ultimo reparto ad avere in servizio gli F-106 fu il 119th FIS della New Jersey ANG, l'ultimo decollo su allarme avvenne il 7 luglio 1988; gli esemplari superstiti vennero versati all'AMARC della Davis-Monthan Air Force Base nell'agosto dello stesso anno. Gli ultimi F-106 (eccetto i drone) trovarono impiego presso la NASA che li ritirò definitivamente dai voli il 1º maggio 1998. Vennero costruiti un totale di 340 esemplari tra mono e biposto.

Convair F-106 Delta Dart
Convair F-106 Delta Dart
Convair F-106 Delta Dart
Convair F-106 Delta Dart

Contenuti


↑ Top ↑

G+ FB TW whatsapp RSS FEED
Cerca
Parola:

filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.